Press > 16.02.2020

Le sfide per rimanere nel «pentagono dello sviluppo»

ladigetto.it

Martedì 18 febbraio alle 17 al Palazzo di Sociologia di Trento sarà presentato il Rapporto Fondazione Nord Est 2019

Il Trentino Alto Adige è tra le cinque regioni al vertice in Italia per performance economiche e sociali. Assieme a Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Friuli rappresenta «il pentagono dello sviluppo».
Il gruppo è caratterizzato da un reddito pro capite superiore e da tassi di disoccupazione inferiori a quelli del resto d'Italia e regge il confronto anche con le più evolute e dinamiche regioni del centro Europa. Il Trentino Alto Adige, in particolare, è riuscito a superare bene anche la crisi.
Eppure le sfide non mancano: difficoltà nel trattenere il capitale umano, ritardi nell'innovazione, necessità di ricollocare i flussi di traffico nella nuova geografia globale.
Il Trentino Alto Adige e le altre regioni del pentagono hanno gli strumenti per mantenere anche in futuro il loro elevato indice di sviluppo?
 
Se ne discuterà martedì 18 febbraio alle 17 nell'incontro «Il pentagono dello sviluppo» proposto per presentare il Rapporto Fondazione Nord Est 2019 e che si terrà nell'aula Kessler del Palazzo di Sociologia (Trento – Via Verdi, 26).
Iscrizione online sul sito dell'evento fino a esaurimento dei posti.
L'incontro è organizzato da Fondazione Nord Est con Confindustria Trento e in collaborazione con Provincia autonoma di Trento, Università di Trento e tsm-Trentino School of Management. Il seminario dà crediti formativi per l'Albo dei dirigenti della Provincia autonoma di Trento.
 
Il Rapporto Fondazione Nord Est 2019 mette in evidenza problemi sul fronte della formazione con il rischio che manchino le competenze per saper gestire la rivoluzione digitale e per trarne i maggiori benefici.
Rileva una rete di trasporto, interna ed esterna, ancora inadeguata e incompleta.
Descrive le conseguenze di una fuga di giovani talenti che, a livello italiano, costituisce un'enorme riduzione di capitale sociale e umano e uno spreco di investimenti.
Il pentagono è poi chiamato ad affrontare: l'invecchiamento della popolazione, un nuovo ordine geopolitico, la diffusione delle blockchain, la sviluppo del fintech che metterà in discussione il ruolo delle banche tradizionali, lo sviluppo dell'intelligenza artificiale, il cambiamento climatico e la rapidità dello sviluppo tecnologico che rende imprescindibile un rilevante piano di investimenti.
 
La Fondazione Nord Est, per rendere il territorio attrattivo, suggerisce investimenti in formazione, innovazione, infrastrutture, ma anche semplificazione amministrativa e adeguate politiche fiscali.
Un mix di interventi che non genera soltanto crescita e occupazione, ma anche benessere complessivo e risorse per proteggere le fasce della popolazione e le realtà imprenditoriali che saranno penalizzate dalle transizioni (digitali, energetiche, demografiche, mediche…) rapide e impattanti che sono dietro l'angolo.
 
Programma 
Saluti istituzionali
Paolo Collini - Rettore Università di Trento
Sabina Zullo - Presidente tsm-Trentino School of Management
Presentazione rapporto Fondazione Nord Est 2019
Carlo Carraro - Direttore scientifico Fondazione Nord Est
 
Interventi
Innovate or perish: una condizione necessaria per le imprese
Elena Cefis - Professore di Politica Economica, Università di Bergamo
Il presente è anche figlio del passato: le differenze fra le economie di Trento e di Bolzano
Gianfranco Cerea – Già Professore di Economia dell'Università di Trento
 
Tavola rotonda
«Il Trentino Alto Adige/Südtirol nel Pentagono dello sviluppo»
Assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento
Antonio Accetturo - Head–Local Economic Research and Analysis Division della Banca d'Italia
Anna Amati - Vice Presidente Meta Group
Paolo Mazzalai - Co-Fondatore e Presidente SWS Engineering SpA
 
Modera
Alberto Faustini - Direttore quotidiani Adige e Alto Adige
 
Intervento conclusivo
Fausto Manzana - Presidente Confindustria Trento